Newsletter

Autori

Informazioni

Prodotti visti

Dammi un motivo Visualizza ingrandito

Dammi un motivo

ISBN 978-88-6690-266-9

Nuovo prodotto

Autore: Giorgio Bianco

Formato: Libro cartaceo - 170 pagine

Note sull'autore

Maggiori dettagli

14,00 €

Dettagli

RECENSIONE

Giulia, cartomante cinquantenne alcolizzata, salva una bambina, la ricchissima Céline, da un naufragio e dalla follia del padre. Contando sul fatto che Céline sia ritenuta morta da tutti, le due donne decidono di trascorrere un periodo insieme, inventando una parentela che giustifichi la presenza della ragazzina a casa della cartomante. Ma la loro complicità stenta a decollare. Infatti nasce nella disperazione e nello scontro fra età e situazioni sociali diverse. Eppure, poco alla volta, si consolida grazie alla scoperta di tanti punti in comune. Insieme, Giulia e Céline trovano uno scopo per vivere. Intanto progettano una fuga impossibile dall’altra parte del mondo.

INCIPIT

Non devo bere, o il Signore mi toglie il dono. Ma una sigaretta, ancora una, che sarà mai? Evapora a fuoco spento, la liquida volontà di Giulia, e si regala un si vive una volta sola, velo di banalità dietro al quale nascondere la sconfitta.
Tanto decide il Destino. Si sa come succede: te ne fai due pacchetti al giorno e campi fino a cent’anni, non fumi e muori giovane in autostrada per colpa di un tir. Un goccio di birra, va’... Giusto per togliere la sete. E una lacrima di limoncello, così poi l’alito sa di fiori. Mezzogiorno. Ore tutte uguali, giorni tutti uguali, mesi...
Una mosca si crede invisibile e ricama l’aria azzurra di sigaretta con l’elastico della sua melodia. Muri spessi e antichi, la Liguria sa difendersi dalla calura di luglio.
Un grande tavolo con panno verde, e su quel panno un mazzo di carte consunte, un rosario ammucchiato, una piccola foto in bianco e nero, ritratto di donna anziana. Un pacchetto di Muratti, tre caramelle, un piccolo bicchiere da liquore. Vuoto.
La mosca sfida lo sguardo severo di troppi gatti, nulla è concesso ai rumori del vicolo, rimasti fuori a rimbalzare sulle risate di una vacanza tedesca, sull’imprecazione di una vecchia che trascina in salita la borsa della spesa.
La Liguria sa difendersi. Giulia, invece, attende l’arrivo del nulla, e come al solito il pomeriggio l’accontenta.
“Senti tesoro, io in questo viaggio non ci vedo nulla di male. Pronto, mi senti? Che ne so, ogni tanto va via la voce. Comunque se non vuoi partire non partire, ma le carte sono belle. Belandi, te le ho già fatte tre volte! Non sto sbuffando, è il fumo. Lo vedi come sei nervosa? Questo dicono le carte: viaggio piacevole e senza intoppi, fantasia e colori, tutto bene. Ma c’è tanto nervosismo. Devi rilassarti, vedere il bicchiere mezzo pieno. Pensa a me, che sono contenta solo quando è pieno del tutto! È una battuta. Scherzavo, tesoro! Secondo me puoi partire tranquilla. Ti divertirai e con lui andrà liscia anche come sesso. Garantito. Cara, impara a volerti bene! Lascia perdere il mio caso, qui parliamo di te! A me stessa penso da sola! Ecco, brava. Che cosa? Venti euro come al solito. Perché, forse vuoi darmi di più? Allora venti euro. E va bene, fammi una ricarica telefonica, cosa vuoi che ti dica... Intesi. Buon viaggio! Divertitevi! E chiama quando torni, un bacio grande, ciao!”
La morte di una mosca per bocca di un gatto grigio chiamato Artù viene celebrata nella prima ora del pomeriggio. Campana ferma nel volo dei gabbiani, cielo di raso, il mare è un’ipotesi blu oltre il nero gomitolo di salite e carruggi.

Recensioni degli utenti (solo registrati)

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

Dammi un motivo

Dammi un motivo

Autore: Giorgio Bianco

Formato: Libro cartaceo - 170 pagine

Note sull'autore